Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#Appunti dalla Valle della Nava – 2

Quasi ci ho preso gusto, la passeggiatina del sabato pomeriggio nella Valle mi rilassa molto. Le condizioni sembrano la fotociopia di sabato scorso, un po’ di sole dopo due giorni brutti e piovosi. Stavolta decido di portare l’attrezzatura fotografica, mal che vada un paio di scatti li faccio ai tritoni,. Ma in questi casi vale sempre il detto che “ogni lasciata è persa”. L’acqua è aumentata , risalgo molto il corso d’acqua, ma dei tritoni neanche l’ombra.
Almeno rivedo il gheppio maschio, dapprima in volo, poi posato su una robinia, lontano da me, poi a volteggiare su un campo al di là della Valle .

Può darsi che abbia scelto questa zona come territorio di caccia. E’ un maschio adulto, ma per ora ogni supposizione più intrigante ( = nidificazione in zona) sarebbe azzardata. Nel mio girovagare, per ora infruttuoso, quanto meno sono accompagnato dal canto del Cuculo (Cuculus canorus) e dal richiamo del Picchio Verde (Picus viridis).

Lungo il sentiero arrivano dei giovani a cavallo, che ,ahimè, debbono lasciare il passo ad un grosso fuoristrada, che risale il sentiero in direzione opposta, inutile ogni commento. Prendo la strada del rientro, con pensieri non troppo entusiasti, constato anche di non aver visto neppure una farfalla! Ben altro stato d’animo avevo la settimana scorsa! In questi momenti tiro in ballo anche la scaramanzia, quando hai la macchina fotografica non ci sono situazioni favorevoli… Ma la natura, e in questo caso la nostra Nava, possono sempre farti un regalo inatteso. In un angolo, fortunatamente abbastanza riparato, scorgo dei fiori, di cui fino a poco più di un mese fa non sospettavo neppure l’esistenza, e che ho scoperto grazie a un piccolo manuale, regalatomi da Luca Fantoni, riportante la flora protetta in Lombardia. Si tratta di una piccola, ma florida, colonia di Campanellino estivo (Leucojum aestivum L.). In quarant’anni di girovagare per i nostri boschi, non l’avevo mai visto e date le condizioni adatte alla sua crescita, posso ritenerlo una specie piuttosto rara, almeno in Brianza. Se così fosse la Valle della Nava racchiuderebbe un altro piccolo gioiello !

Alfio Sala – 19/04/2008

Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il aprile 21, 2008 da in Appunti dalla Valle della Nava con tag , .

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 51 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 215,797 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: