Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#Anche l’Insubria fra le terre più inquinate d’Europa

saturazione


Quasi senza commento le immagini che vi proponiamo qui sotto. Il biossido d’azoto (NO2) è una sostanza di produzione antropica (centrali elettriche, industrie pesanti, trasporto stradale, combustione di biomasse…) che determina gravi danni alla salute dell’uomo e di tutti i viventi. Mentre l’Insubria muore ecologicamente e culturalmente, c’è ancora chi persegue l’errore della costruzione di nuove strade, che – come detto più volte – non aiutano a ridurre i flussi veicolari, bensì ne aumentano la portata, incentivando il trasporto su gomma rispetto a quello su ferro; senza contare che strade e autostrade sono le opere pioniere dell’urbanizzazione di tutti i territori circostanti (edilizia privata, centri commerciali, logistica, industria…). L’Insubria continua sulla strada del brutto, del vecchio, dell’assuefazione al grigio, di una periferia infinita e senza identità, che da Malpensa arriva a Bergamo…

Proprio il 29 dicembre scorso la Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. ha consegnato il Progetto Definitivo del Sistema Viabilistico Pedemontano. A quanto pare, da ottobre 2009 potranno iniziare le procedure di esproprio, la progettazione esecutiva e le attività di cantierizzazione del primo lotto delle tangenziali di Como e Varese e della Tratta A da Cassano Magnago a Lomazzo. Le compensazioni ambientali, qualora fossero considerabili come una controparte accettabile, rimangono un progetto sulla carta, assolutamente non soddisfacente, di facciata e limitato a piccolissime aree. Ma i responsabili della Pedemontana parlano “del più esteso progetto di compensazione ambientale mai sviluppato nel nostro Paese”. Nessun partito, di destra o di sinistra, ha denunciato questo scandalo. Tutti d’accordo, perchè c’è da mangiare per tutti, e il progresso (dei capitali privati) e il regresso (della nostra terra e della qualità della vita) non si possono fermare: e da domani tutti pronti a completare la distruzione pianificata del Rhodense tramite l’Expo 2015!

Intanto, nei giorni scorsi a Lomazzo, si è celebrata così la morte del bosco della Moronera, futuro svincolo autostradale: i necrologi affissi in paese hanno attirato l’attenzione della popolazione. Contro questa politica della morte c’è solo una soluzione, una speranza di riuscire ancora a farcela, di avere un futuro come popolo: RIBELLARSI!

Domà Nunch
Associazione econazionalista Insubre
www.eldraghbloeu.com
www.domanunch.org


Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 51 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 214,986 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: