Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#Gli Ogm sbarcano (definitivamente) in Europa

Nonostante il dibattito tra sostenitori e detrattori, tra poveri e ricchi, tra grandi e piccoli contadini del mondo continui, la Commissione Europea prosegue inopinatamente nella sua marcia contro i consumatori europei che si rifiutano di mangiare cibo OGM, e contro la maggioranza dei produttori europei (quasi la totalità in Italia), che non vogliono seminare OGM né vedere contaminati i propri campi e le proprie sementi. Per la prima volta dopo 10 anni, infatti, la Commissione Europea è tornata “all’attacco” e ha proposto di autorizzare all’interno dell’Unione la coltivazione di due mais biotech: il Bt11 della multinazionale Syngenta e il Bt1507 della Pioneer. Sui dossier, l’Agenzia Ue per la sicurezza alimentare (Efsa) ha espresso due pareri favorevoli anche alla luce di 11 ulteriori studi forniti da Bruxelles. L’Agenzia Europea per la sicurezza alimentare conferma, così, la sua vocazione a fare gli interessi delle illustri multinazionali del biotech e, al contempo, le istituzioni europee ribadiscono il preoccupante crollo di rappresentatività (vedi mancata ratifica della costituzione europea in Francia) e la conseguente e continua delegittimazione che le connotano ormai agli occhi dei cittadini europei, che vedono sempre meno tutelati spirito e differenze del vecchio continente. Non ci possiamo meravigliare se, sulla scorta di questo scetticismo, si è consolidato negli anni, e sempre con maggior chiarezza, un raggruppamento di soggetti economici privo di qualsiasi identità politica.

Adesso la parola passa ai 27 stati membri che dovranno esprimersi tra circa sei settimane, quando la proposta arriverà sul tavolo del Comitato di autorizzazione degli Ogm. Chiediamo al Ministro per le Politiche agricole Zaia – che ha già manifestato nel recente passato una certa sensibilità verso l’argomento – di pronunciarsi in modo chiaro ed immediato contro il rilascio di queste nuove sementi  e di costruire in seno al Consiglio europeo una maggioranza netta che riporti gli interessi di tutti i cittadini al centro delle politiche dell’Unione europea, al posto degli interessi delle multinazionali biotech.


Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 50 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 214,587 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: