Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#Lepri fugaci – 12 settembre 2010

La giornata serena rappresenta in modo perfetto l’immagine dei bei “settembri lombardi”, ma quasi a ricordarci che, anche se per pochi giorni ancora comunque siamo in estate ,
è decisamente calda, ovviamente riferita al periodo.
Però non si vedono più le rondini e neppure i balestrucci, per i meno esperti, uccelli assai simili alle rondini stesse.
Al mattino il sole basso della Colombina, dà sempre una grossa mano a chi vuole sperimentare qualche controluce fotografico.


Scendendo nel bosco, la vegetazione è ancora rigogliosa, e in alcuni punti il sentiero è un vero e proprio tunnel verde, con alcune “finestre” che lo illuminano.


Ma “affacciandosi” a queste finestre non si riesce ad avere un’ampia veduta del paesaggio, visto che la varietà di mais coltivata raggiunge in molti punti i tre metri di altezza.
Penso che non tutti abbiano mai immaginato che il “granturco” potesse arrivare a misure così elevate, ma probabilmente queste varietà più da insilato che da granella, sfruttano molto
lo spazio verticale.


Ora si consenta una piccola osservazione ancora sulla “piena di Ferragosto”, supportata da un’immagine.


Qui si nota bene il livello a cui è arrivata l’acqua, osservando i detriti addossati al tronco di questa pianta: ebbene sono a due metri da terra. Penso che ogni considerazione sia sull’eccezionalità dell’evento, ma anche e soprattutto sulla funzione di smaltimento della Valle risulti evidente.
Ma in Valle la vita ha ripreso il suo corso, taluni frutti come quelli del biancospino ormai sono maturi…


…altri come quelli del castagno, hanno bisogno ancora di un po’ di tempo.


Ma proprio sui castani, che portano chiari i segni del nuovo parassita giunto dall’oriente, il cinipide, c’è un gran movimento di cince, codibugnoli e picchi muratori. Si nota la presenza
anche di un migratore di fine estate , la balia nera, uccelletto insettivoro, simile per colorazione al fringuello, anche se appartenente a tutt’altra famiglia.
Proprio mentre si annotano questi movimenti tra le chiome, ecco comparire a pochi metri, del tutto inattesa, una bellissima lepre bagnata dalla rugiada mattutina. Si ferma per alcuni istanti, poi se ne torna da dove è arrivata. Già sarebbe un incontro importante che si presta ad alcune considerazioni, ma il fatto ancor più anomalo è che nel prosieguo della mattinata,
in un altro dei punti fissati per il censimento dell’avifauna, ne compare un’altra che, uscita dal mais, si ferma ad un paio di metri per poi passare davanti e, quasi senza affanno, rituffarsi
in un altro campo di mais. Ma purtroppo non c’è molto da stupirsi, piuttosto si debbono fare, come accennato, alcune considerazioni, come al solito non entusiastiche.
Queste lepri non sono certo nate in Valle, anzi la frequentano probabilmenta da pochi giorni liberate per scopo venatorio, giusto in tempo per fare qualche corsetta nel verde. Se al posto di un essere umano, per giunta con intenzioni assolutamente pacifiche, avessero incontrato una volpe avrebbero già bruscamente interrotto la loro esperienza di vita alla Nava.
Con molta probabilità, poche arriveranno all’apertura della caccia e quasi nessuna vedrà il tramonto di domenica sera.
Insomma per la Valle saranno solo una fugace apparizione.
La scorsa estate, in compagnia di Laura Farina, nel Parco della Valle del Lambro avevamo in contrato un’altra lepre, che alla nostra vista è schizzata ad una velocità impressionante, nonostante fosse ad almeno trenta metri da noi.
Quella era stata una …fugace apparizione, di ben altro stampo!


Sala Alfio

Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

2 commenti su “#Lepri fugaci – 12 settembre 2010

  1. giancarlo
    settembre 18, 2010

    ciao alfio , ti faccio i complimenti x questo articolo , apprezzo il vostro gruppo e quello che fate. Riguardo alle lepri ,il ripopolamento da parte degli a.t.c competenti , viene fatto solo a gennaio x dare modo di ambientarsi, e quasi impossibile che le lepri che ai visto sono state liberate in valle da poco tenpo.Concordo quello che dici delle volpi, il problema e’ che sono troppe, enocive x lepri fagiani ecc, penso che andrebbe fatto un censimento a riguardo. grazie ciao

    • alfio sala
      settembre 20, 2010

      ciao giancarlo, io non posso dire chi ha “mollato” queste lepri, ma di certo non si trovano in Valle da gennaio. infatti in tutto l’anno non ne avevo vista nemmeno l’ombra, se segui il nostro sito sai che le uscite regolari per il censimento dell’avifauna sono quindicinali, poi ci sono le occasionali. punto secondo ormai ho un’esperienza di vari decenni di frequentazione degli animali selvatici…..appunto selvatici, non come queste lepri.
      per quanto riguarda le volpi dici che sono tante e nocive ( per lepri e fagiani, che io definisco conigli e polli ), tutto da dimostrare scientificamente, soprattutto quando l’ambiente e la naturale piramide alimentare sono state alterate spesso, anche se non solo, da chi ora le vorrebbe “ri-regolare”.
      ultima considerazione: qualche decennio fa erano iscritti tra i nocivi tutti i falchi, gli ardeidi e, tra i mammiferi, i mustelidi, adesso considerati assolutamente indispensabili all’ecosistema, loro sì per ri-equilibrarlo.
      ciao, grazie per l’intervento, e …..continua a seguirci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il settembre 18, 2010 da in Appunti dalla Valle della Nava, Biodiversità, Casatenovo, Fauna con tag , , , .

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 55 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 216,837 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: