Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#Dopo la quercia… i gelsi?

Se si imbocca la carrareccia che parte giusto a fianco delle Scuole di Cascina Bracchi, percorse poche decine di metri si sbuca nella “piana”. Qui, irregolarmente da entrambi i lati, alcuni gelsi costeggiano la medesima. Sono ormai dei monumenti, vista la loro veneranda età: qualcuno afferma che passino gli ottanta anni, altri si spingono a datarli fino al secolo di vita. Poco importa l’età giusta, comunque portano con grande dignità e, se permettete, con molto fascino i segni del tempo. Non sono “malati”, sono vecchi. Quindi un pregio e non un difetto.

Alcuni dei "nostri" gelsi, nell'ultimo sole, prima del tramonto.


Hanno visto passare al loro fianco, e a cambiare, un mondo di persone : contadini sudati, carri trainati da cavalli o buoi, mietitori, cacciatori, poi i primi trattori, le macchine mietitrici, quelle per “imballare” il fieno, la sera qualche coppietta perfino… Poi ai nostri giorni si sono aggiunti sempre più numerosi sportivi e scolaresche. Nelle loro cavità decine di generazioni di animali hanno trovato rifugio e possibilità di procreare.
Probabilmente hanno custodito e tenuto al fresco le poche vivande giornaliere di qualche “paisan”.
Bene, anzi male: quale, parrebbe il problema ? Giusto la loro posizione, che darebbe “fastidio” a qualcuno, magari per il transito con mezzi voluminosi. Perché il condizionale? Perchè sono voci di popolo, ma come cita un vecchio motto latino, “voce di popolo, voce di verità”. Comunque è sempre meglio parlarne prima, finchè sono in piedi, col rischio di inutili allarmismi, che dopo, quando i tronchi contorti si vedono buttati lì, sul fianco del sentiero!
E soprattutto perchè, sempre voci di popolo, danno una versione “meno limpida” riguardo la vicenda della quercia tagliata nella Valle della Nava, in primavera. Ufficialmente la pianta maestosa, è stata abbattuta perché “malata” e in posizione non sicura: versione ovviamente accettata, sia come cittadini che come Autorità che, suscitato il problema, prontamente ha chiesto spiegazioni.
Ma, qui parlo a titolo puramente personale, versione accettata ma mai condivisa fino in fondo.
E le foto scattate a suo tempo, sembrano alimentare i dubbi riguardo una malattia tanto pronunciata da creare problemi alla stabilità della pianta.


Come si diceva, “voci di popolo”, parlano di un possibile “acquisto” della pianta ancora in piedi, per poche decine di euro e del taglio che ha prodotto decine di quintali di legna, troppi quintali che hanno indotto il venditore a lamentarsi della somma ricevuta. Ma le beghe private non importano, hanno solo ri-insinuato il tarlo del dubbio, tanto per restare in tema. Qualcuno poi si è ricordato di altre querce maestose, quelle del “Pozzo” mi è stato detto, che hanno fatto una fine simile, con gli stessi dubbi.
Si sa come vanno le cose, purtroppo: avviso all’Autorità competente, che raramente esce a controllare, modulo compilato, silenzio/assenso e… motoseghe in azione!
Questo vuol essere un campanello di allarme che dovrebbe suonare a chi è preposto ai controlli, ma anche a chiunque, semplice frequentatore dei nostri boschi, noti “tagli sospetti”. Non esiti a informare la Forestale o i Vigili: non costa nulla e magari si salva un “Amico Centenario”.
Abbiamo ancora esemplari “storicamente insostituibili” di querce, castagni, tassi… non si vorrebbe che uno alla volta finissero nel camino!


Sala Alfio

Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 50 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 214,587 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: