Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#La Befana, la Nava e il vento

Il 6 di gennaio, Epifania: come recita il detto è una giornata che dovrebbe chiudere un ciclo. L’aria fredda che spazza la Colombina e i suoi campi, sembra confermare anche fisicamente, la premessa. Invece proprio con l’uscita odierna inizia il nuovo anno alla Nava. Non si vogliono fare le fin troppo scontate affermazioni, riguardo i buoni auspici per il futuro, ma sia permessa l’esternazione di due speranze, entrambe molto impegnative.
La prima, forse un po’ generica, è che tra i “doni” della Befana per il 2012, ci sia più rispetto per questo lembo di terra casatese (ironia della sorte in un altro intervento, già presente sul Sito, si parla del nuovo scarico di rifiuti scoperto proprio oggi). La seconda speranza, che nei prossimi mesi potrebbe assumere forma concreta, ma anche svanire con un vento molto più lieve di quello odierno, è che nel PGT di Casatenovo, in primis, ma anche in quello degli altri Comuni che insistono sulla Valle, ne sia sancita la tutela, con “forme” che vadano oltre il “…lasciare che tutto si auto conservi, come è successo fino ad ora…” . Il virgolettato significa che la frase è stata proferita tempo addietro da un Amministratore della zona.
Messe da parte le (meritate) frecciate polemiche, si torna al vento radente, che oggi fa di tutto per riaffermare un clima di sapore invernale.

Ma la striscia gialla di luce che separa il cielo, ovviamente azzurro, dalla scuro profilo del bosco, significa che il sole è già in agguato.
Comunque il forte vento fa sì che il cielo appaia sgombro anche da ogni… volatile: sarebbe difficile mantenere una traiettoria accettabile. Nei pressi della Colombina, una pianta di cachi porta ancora un numero discreto di frutti, mentre altri sono “esplosi” sul terreno sottostante.


Ben sapendo come questo frutto sia apprezzato da una serie infinita di uccelli, che va dalle cincie al pettirosso, dagli storni alle capinere, e via di seguito, arrivando anche ai piccoli mammiferi come lo scoiattolo (spettacolare l’immagine presente nel libro dedicato al Parco dei Colli Briantei, degli amici Porta e Fantoni), il fatto che molti cachi siano sprecati, dà chiaramente l’idea di un inverno, fino a questo punto, assai mite con molte occasioni di nutrimento per la fauna.
Come spesso accade, la discesa alla Nava, porta a condizioni ambientali differenti: è un po’ freddino, ci mancherebbe…, ma il vento non si insinua più di tanto, passando sopra in direzione perpendicolare all’asse della valle. Qui si ritrovano gli abitanti alati che normalmente già ci accolgono alla Colombina: fringuelli, qualche merlo eccitato, gli immancabili picchi. Quasi assente il pettirosso, che come ogni inverno, ormai ha abbandonato il bosco per popolare i giardini di ogni estensione.
Una sensazione di luminosità inconsueta prende consistenza e non deriva certo dal sole, che trova un cielo libero da nuvole, dove poter risplendere.


Siamo nella stagione di “tagli”, anche se lo si era scordato: ecco il perchè della luce che arriva nel bosco ! Questa visione rattrista l’animo, risulta più forte di ogni ragionevole giustificazione, da quelle economiche a quelle di corretta manutenzione del bosco. Sicuramente il taglio periodico, soprattutto per il fatto che riguarda in grandissima percentuale la robinia, porta beneficio a tutte le altre essenze “risparmiate”, ma il sentimento è irrazionale e la sensazione resta amara. Poi che dire alla cincia bigia che si aggira spaesata, su quello che prima era il suo piccolo regno, ora raso al suolo? Per lei le prospettive cambiano notevolmente: spostarsi anche solo di qualche decina di metri, significa esplorare ambienti nuovi, non conosciuti, perciò forieri di insidie. Inoltre bisognerà trovare nuovi anfratti adatti alla nidificazione e scontrarsi con le “consorelle” già presenti.
Una soluzione è quella di approfittare di questo periodo in cui il senso della territorialità è meno pronunciato, tant’è che spesso si formano “brigate” itineranti composte da uccelletti di specie diverse. Poi alle avvisaglie della primavera, le carte saranno rimescolate, e ognuno si conquisterà il proprio territorio dove poter metter su famiglia.

Nelle radure le lunghissime ombre disegnate dai tronchi, frapponendosi ai raggi solari, mantengono strisce di brina, determinando in spazi limitati, microclimi molto diversi. Altre ombre, questa volta in movimento e accompagnate da vocalizzi sguaiati, segnalano che in cielo è in atto l’ennesimo episodio di mobbing da parte delle cornacchie ai danni di una poiana. In questo caso il numero dei corvidi è cospicuo, ma non si può definire “malcapitato” il rapace: infatti questo esemplare, probabilmente una femmina adulta, appare di notevoli dimensioni e sembra quasi portarsi a spasso lo strascico urlante, per poi abbandonarlo, come uno straccio consumato, alzandosi a quote proibitive per le cornacchie.
La giornata si è fatta “piena”, la temperatura una parente lontana di quella mattutina; restano dei piccoli regali lasciati indirettamente dalla Befana: l’assenza di spari e latrati di cani e del rombo sempre poco amato delle moto. Se qualcuno vuole di più, ecco in lontananza l’immagine familiare, e oggi particolarmente linda, del Santuario di Montevecchia…


…per oggi possono bastare, in attesa dei doni più grandi auspicati all’inizio. Che poi li porti la Befana, il Vento (rinnovato) o la consapevolezza finalmente acquisita dai nostri Amministratori, poco importa per la Nava.

Alfio Sala

Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il gennaio 13, 2012 da in Appunti dalla Valle della Nava con tag , , , , , , , , , .

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 51 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 215,010 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: