Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#L’alba – 9 settembre 2012

Un fenomeno che si ripete ogni giorno e il più delle volte passa inosservato, vuoi perchè spesso la sveglia arriva troppo tardi, vuoi per il fatto che si è sempre di fretta, quegli attimi che diluiscono l’esplodere della luce diurna, regolarmente vanno persi. Poi anche il meteo ci mette del suo, quando le giornate sono nuvolose. Oggi non è così.
All’arrivo alla Colombina, basta un’occhiata all’orizzonte per intuire che tra pochi istanti si potrà assistere ad una delle messe in scena meglio riuscite di questa replica che va avanti all’infinito.


La “palla di fuoco” adesso galleggia appena dietro la linea scura delle chiome, ma già la nitidezza, sua e del cielo, catturano lo sguardo. Ora non si può perdere tempo: il tutto durerà qualche decina di secondi, ecco allora la frenesia nel preparare l’attrezzatura fotografica. Fortunatamente tutto fila via liscio, nessun banale contrattempo, quale ad esempio un cattivo aggancio sul treppiede, arriva a far perdere l’attimo cruciale. La “palla” prende forza alzandosi, trasmettendo contemporaneamente il suo colore al cielo…


…pochi, pochissimi attimi, poi i contorni si fanno meno nitidi e la sfera “esplode” illuminando e acciecando tutto. Un piccolo nucleo di storni, dall’alto di un’antenna televisiva, a piena gola e sbattendo le ali, sembra applaudire.
Anche l’immancabile picchio, questa volta si tratta di quello rosso, si unisce all’apprezzamento generale. La ricerca delle balie nere, presenti nell’ultima occasione, risulta vana, quindi non resta che scendere in Valle per adempiere allo scopo primario di queste uscite. La Valle , già in grado di limitare i contraccolpi dovuti alla penuria di precipitazioni, ora che è piovuto, si ripresenta con la sua caratteristica umidità e nei tratti di sentiero in cui la vegetazione è più invadente, non si riesce ad evitare una …. doccia. Umidità fa coppia, almeno nel pensiero popolare, coi funghi: infatti lungo il cammino si incontrano alcuni gruppetti di “Coprinus micaceus***.


Forse la stagione, dopo le “mattane” estive, si sta reincanalando nella normalità: resta il fatto che il letto della Nava continua a presentarsi completamente asciutto, indicando che il “problema idrico” della roggia è molto più complesso.
Nella normalità rientrano anche il latrare dei cani da caccia e i richiami dei loro padroni, visto che sono il preludio alla prossima riapertura della stagione venatoria. Mentre il cielo è vivacizzato dal passaggio, ad intervalli regolari, di nove gazze che decidono di attraversare la Valle in direzione del versante casatese, il solito sparviere urla nel bosco.


Le gazze, negli ultimi anni, sembrano marcare un consistente aumento numerico: evidentemente come la “cugina” cornacchia grigia, hanno tratto giovamento dalle modifiche ambientali, messe in atto dall’attività umana. Il loro volo, mai veloce, unito alla livrea, dove il bianco e il nero metallico si alternano sapientemente, le fa somigliare a grandi farfalle. La loro “vulnerabilità”, specie da adulti, è comunque relativa grazie alla capacità di apprendimento (quindi anche di valutazione delle situazioni pericolose o vantaggiose) comune generalmente ai Corvidi.
L’attenta osservazione della vegetazione, anche delle distese di mais, permette di rivelare alcune presenze discrete..


…come la farfalla che si gode il delicato contatto con la miriade di goccioline di rugiada, ancora presenti sulle foglie meno esposte alla luce solare, ormai prorompente. Restano però degli ambienti che per loro stessa natura fanno da barriera alla cascata luminosa, lasciandone filtrare solo dei fasci sottili: in pochi metri si passa dalla prorompenza alla delicatezza, dai colori forti ai mezzi toni, insomma si entra nel “bosco delle fate”.


Qui la luce non dà più fastidio e i tenui raggi arrivano anche nell’animo, rischiarandolo, e per qualche momento ci si sente in pace col mondo, a parte forse il lontano latrare.


Alfio Sala
Gruppo Valle Nava

*** un grazie per la consulenza riguardo ai funghi, sempre cortese e preziosa, agli Amici di A.M.B. di Missaglia.

Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il settembre 16, 2012 da in Appunti dalla Valle della Nava.

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 51 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 215,785 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: