Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#Escursione alle sorgenti del Lambro

Casatenovo ore 9.15.
E’ una tipica mattinata autunnale e sul piazzale del mercato di Casatenovo va formandosi un piccolo drappello di assonnati escursionisti. Le previsioni di un cielo coperto sono state fortunatamente disattese, ma il freddo no, quello punge abbastanza, la speranza è che il timido sole spuntato all’orizzonte si faccia presto sentire!
Attendiamo per qualche minuto i soliti ritardatari, ci organizziamo per ottimizzare al meglio il numero delle auto che ci porteranno verso Magreglio e via, siamo pronti per partire!
Dopo circa un oretta di macchina arriviamo a Magreglio, piccolo paesino del Triangolo Lariano vicino al più famoso Santuario della Madonna del Ghisallo, meta di appassionati ciclisti della Brianza e dintorni.
Lasciamo il parcheggio, attraversiamo il centro storico del paesino e ci avviamo verso l’imbocco del sentiero che ci condurrà verso le sorgenti del Lambro situate qualche centinaio di metri sopra Magreglio, nei pressi di Piano Rancio.


Il tragitto non sarà lungo ma la ripida salita iniziale ci fa dimenticare di colpo il freddo ed ha il potere di zittire anche i più chiacchieroni del gruppo!
Dopo una decina di minuti imbocchiamo l’inizio del Sentiero Geologico delle Sorgenti del Lambro indicato grazie ad un paio di cartellini gialli della Pro Loco Magreglio e ci inoltriamo nel bosco.
Il sentiero è ben tracciato e la piacevole passeggiata prosegue attraverso un bosco di vetusti quanto maestosi castagni ravvivati dai caldi colori autunnali. Il tracciato prosegue costeggiando il letto del Lambro, qui rappresentato da un piccolo torrentello di acqua limpida impreziosito da piccole vasche e cascatelle che scivolano sulle rocce calcaree.

Arriviamo in pochi minuti alla “marmitta dei giganti”, elemento ben descritto sul grande cartellone esplicativo collocato a pochi metri di distanza. Il percorso verso la sorgente del Lambro, come altri sentieri della zona, è di notevole interesse geologico ed è caratterizzato dalla costante presenza di pannelli didattici che illustrano le caratteristiche dell’ambiente circostanze e degli elementi che lo caratterizzano. (massi erratici, grotte naturali, marmitta dei giganti, etc.).


Poco prima di arrivare alla sorgente del Lambro un cartello ci consiglia di visitare (dall’esterno!) il vicino Bus di Pegur, una grotta naturale che si apre ai piedi di una parete calcarea e che si sviluppa per 70 metri di lunghezza e 8 di dislivello.
Verso le 11:30 arriviamo finalmente alla sorgente del Lambro.
Da sotto una roccia vediamo sgorgare acqua cristallina, sembra impossibile, ma parecchi chilometri più a sud, questa limpida acqua si trasformerà in uno dei fiumi più inquinati d’Italia.
La sorgente, chiamata “Mena-resta”, si trova immersa in un bosco di larici e abeti, i cui aghi determinano una copertura continua del suolo con conseguente povertà floristica del sottobosco, ma conferiscono all’ambiente un’atmosfera quasi incantata.
In questo punto ci fermiamo per la parte “didattica” della nostra escursione e per alcune foto di rito.
Memorabile resterà l’individuazione di alcune “coppelle”, incisioni preistoriche chiaramente riconoscibili nella roccia poco distante dalla sorgente.
Dopo la breve sosta, proseguendo oltre le sorgenti, arriviamo ad una stradina che ci conduce a Via dell’Alpe, principale direttrice di Piano Rancio.


A questo punto il gruppo si divide. Alcuni di noi, i più pigri, si fermano subito al Rifugio Annamaria per rifocillarsi con un “ottimo” piatto di polenta uncia.
Alcuni coraggiosi, come da programma, rinunciando alle sirene del buon cibo, caffè e liquorino, con panini al seguito, sono saliti fino all’Alpe Terra Biotta.
In un ora circa di cammino, attraversando un fitto bosco in cui troneggiano grandi esemplari di faggio, hanno potuto godersi uno splendido panorama sul lago e sul triangolo lariano: la punta di Bellagio, il Legnone e le Grigne..tutto ben visibile nonostante le previsioni del tempo.


Il nostro solitario fotografo Alfio Sala decide invece di avventurarsi per Piano Rancio per una battuta di “caccia fotografica” che porterà i suoi frutti!


Alle 15:00 ci ritroviamo tutti nei pressi del Rifugio Annamaria. Un po’ appesantiti (alcuni) e un po’ infreddoliti (altri) ricominciamo la discesa verso Magreglio.
Verso le 16:00 siamo al parcheggio, ci salutiamo e ci diamo appuntamento alla prossima escursione!

Marta Picchi – Gruppo Valle Nava

Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il novembre 27, 2012 da in Casatenovo.

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 55 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 216,837 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: