Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#Il “topolino” – 28 maggio 2013

In una stagione come questa, a cui risulta difficile persino dare un nome corrispondente alla realtà metereologica, succede che ogni decisione riguardo l’uscita da effettuare, appaia come una scommessa: oggi si ritenta, sfruttando una giornata di ferie. Ma, a prima vista, la scommessa sembra persa, col cielo che si va compattando di nuvole e si lascia sfuggire qualche goccia. Nel campo alla Colombina, alcuni papaveri sfidano l’aria, piuttosto fredda se si tiene conto della data del calendario.

75FF

Tutto intorno più che di incolto, si può parlare di “post-coltivazione”, coi resti delle stoppie che dominano l’ambiente.
Non si sa, se per impostazione colturale oppure a causa delle continue precipitazioni, l’agricoltore non ha ancora messo mano al terreno, lasciandolo a disposizione dei colombacci, degli storni e dell’immancabile coppia di merli.
In alto, su un’antenna televisiva, la piccola sagoma di un verzellino è impegnata nello sforzo canoro, che per intensità non ha nulla da invidiare al canto ripetuto del cuculo, che in lontananza risponde all’analogo richiamo di un altro maschio.
Fatti pochi passi in Valle, nel bel mezzo del sentiero giace un nido di fringuello che, all’apparenza, terminato il suo compito, ha ceduto agli attacchi di pioggia e vento, finendo strappato dal ramo su cui poggiava.

762F

La forma conserva l’originale eleganza, ma la cavità ne denota l’utilizzo e le vicissitudini appena trascorse, non c’è invece da stupirsi per la “pulizia”, visto l’abitudine dei passeriformi, per questioni sia igieniche sia di sicurezza, di trasportare lontano dal nido le sacche fecali dei pulcini.
Ma qualcosa di più “vivo”, poco più avanti, premierà il momentaneo abbandono del sentiero principale. Il tutto nasce dal tentativo di immortalare una tortora selvatica, uccello che oggi ha garantito un inconsueto sonoro alla camminata.
Al contrario dei consimili, udibili chiaramente, ma assolutamente invisibili nel folto di robinie e sambuchi, questa se ne sta in bella vista sui rami di un castagno rinsecchito. Un po’ in alto, ma comunque abbordabile. Avvicinandosi alla tortora, ci si imbatte in un “topolino”, anch’esso nel mezzo del sentiero, quindi a forte rischio di …. spiattellamento!
La testa è infilata sotto ad un piccolo cespo di tarassaco che spostato delicatamente ne rivela la forma e, di riflesso, permette di stabilire che il topolino è un mustiolo (Suncus etruscus).

7640

Il mustiolo, coi suoi 5-6 cm di lunghezza, compresa la coda, e i 3 grammi di peso è il più piccolo mammifero esistente.
Le sue piccole dimensioni, lo fanno passare molto spesso inosservato, anche se altrettanto spesso cade vittima di predatori domestici o selvatici. Ma a quanto pare, pochi se ne cibano veramente, dato il sapore delle sue carni: per questo motivo non è raro trovarne di morti, abbandonati dopo la cattura perchè immangiabili.
Solitamente la bestiola ha un bioritmo assai elevato, ma probabilmente la temperatura non propriamente calda, ha condizionato il calore corporeo di una massa così contenuta, limitandone la “vivacità”. Ma lui, quanto meno, mostra tutto il suo orgoglio e infischiandosene del primato negativo delle dimensioni, sembra voler ruggire come un leone.

7660

E la tortora selvatica? guardando in alto, il ramo è vuoto: probabilmente se ne è andata sdegnata dal fatto che dovendo scegliere su quale soggetto concentrare l’attenzione, un piccolo coso nero l’abbia confinata in secondo piano.

Alfio Sala
Gruppo Valle Nava

Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il giugno 3, 2013 da in Appunti dalla Valle della Nava con tag .

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 51 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 215,004 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: