Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#Il Fagiano – 6 ottobre 2013

L’arrivo alla Colombina coincide con lo scemare delle ultime note di “Learning to fly” dei Pink Floyd: meglio così perché sarebbe stato un delitto interrompere bruscamente questi suoni. E comunque non sarebbe successo. Il cielo non promette molto di buono, ma nel prosieguo della mattinata, concederà qualcosina in più di quanto promesso.
Alla Colombina altre persone sono già attive: fervono i preparativi per la Premiazione della Zucca Più Grossa e sotto questo cielo, che non ne vuol sapere di aprirsi alla luce, il “muletto” manovra per scaricare i bancali che portano quei “mostri” (in senso buono) di Madre Natura. Un luì piccolo, su una betulla, riesce a sovrastare col suo canto il rumore.
In fondo anche questo ha dell’eccezionale, e dopo qualche minuto, quasi in una gara, viene emulato da uno storno. Scendere alla Nava significa immergersi nella leggera foschia frutto dell’umidità che trasuda dalla vegetazione. Questo fenomeno non impedisce di cogliere il primo viraggio dei colori autunnali.

22027[5]

Nel verde del prato, ai bordi della radura si muove altezzosa una sagoma: un fagiano maschio costeggia la vegetazione con sguardo insospettito dalla presenza umana, ma con un’andatura più infastidita che timorosa. Sembra quasi volersi pavoneggiare fino in fondo, conscio della bellezza del suo piumaggio, ma ignaro che questo atteggiamento potrebbe portarlo alla perdizione. Naturale viene la domanda: quante possibilità avrà di assistere al tramonto del sole? Poche.
I latrati lontani dei cani, in avvicinamento, suggeriscono di spingerlo nel folto della vegetazione, abbandonando ogni velleità di ripresa fotografica. Ma la domanda si ripropone, e la risposta non è più la stessa: ora le possibilità sono al lumicino. Si abbandona la scena, non sapendo se la presenza sul luogo sia più nociva, attirando la curiosità delle bestie.
Ma inconsciamente la verità è che non si vuole assistere all’ennesima esecuzione, impotenti in quanto garantita dalla legge. Le centinaia di metri che portano a Quattrovalli, sono accompagnate dall’attesa: a metà del percorso due spari secchi segnalano che il lumicino si è spento.
In questi momenti, risulta salutare indirizzare il pensiero su altre situazioni, ed un aiuto giunge in modo banale: sul sentiero ci sono le prime castagne. Un ricordo degli anni della gioventù conferma il periodo: ai tempi la scuola iniziava il 1° di ottobre, proprio nel pieno della raccolta. L’ultima settimana di vacanza, dai nonni al Gernetto, era dedicata solo a questo. Ma, alla Valle della Nava, si è giusto all’inizio, infatti le piante portano ancora molti ricci completamente verdi.

22031%20riccio[7]

In lontananza un gheppio si posa sui rami spogli di una robinia, inseguito a distanza molto ravvicinata da un gruppetto di fringuelli che paiono sfidarlo. Sembrerebbe che il falco si stia cibando, trattenendo una preda tra le zampe. Dopo alcuni minuti abbandona il posatoio, “mobbato” dall’ultimo dei fringuelli rimasti nelle vicinanze.

22037%20gheppio[8]

Ancora qualche sparo, proveniente soprattutto dagli appostamenti fissi, segna la mattinata, poi verso le undici la Nava torna ad essere il regno dei ciclisti e dei cavalieri, insomma di chi la vive nel modo migliore, secondo il nostro parere, quello auspicabile.

22045%20amicizia%20alla%20Nava[6]

Alfio Sala
Gruppo Valle Nava

Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il ottobre 8, 2013 da in Appunti dalla Valle della Nava.

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 50 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 213,770 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: