Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#PGT di Casatenovo, dalla carta al reale

Quando si parla di PGT, il pensiero va subito a delle scartoffie, o a cartine su internet, raramente si considera cosa accade nella realtà, se non dopo alcuni anni, guardandosi intorno e notando come è cambiato (radicalmente) l’ambiente in cui si vive.

Qui si vuole dare un’idea, cogliendo l’occasione delle alienazioni di beni comunali, di uno dei mille risvolti che contribuiscono a tradurre nella realtà le indicazioni espresse sulla carta.

In una “memorabile” serata a Castenovo, qualche anno fa , il Fratello del Giudice Borsellino, parlava di “sana” diffidenza, davanti a fatti che ti fanno nascere delle domande.

Ora, senza prospettare l’intervento di aspetti criminosi in questa vicenda, comunque, qualche domanda nasce spontanea…..

INGUARIBILE (SANA) DIFFIDENZA

Su Casateonline si riporta, sottolineata anche dall’Articolista, la “grande soddisfazione” espressa dall’Amministrazione Casatese, in primis dal Sindaco Colombo, per la riuscita vendita (alienazione, gergo tecnico) di un bene comunale: un terreno in Via Buonarroti. Questo dopo la cessione dell’ex Scuola Elementare di Galgiana.

Bene …. due beni “non strategici” che permettono di recuperare delle risorse. Sorvolando, e non è poco, sul fatto che uno era comunque uno spazio adibito al sociale e l’altro, un terreno non ancora vittima del cemento. Ma a questo punto ecco la parte “miracolosa” dell’alienazione del terreno: “ad una prima asta andata deserta, ne è seguita una (quella decisiva) a cui ha partecipato UN SOLO offerente con una proposta NETTAMENTE SUPERIORE alla base d’asta, cioè 411.000 euro a fronte dei 370.000 richiesti”.

Evidentemente io sono “malato” di una forma rara e inguaribile di diffidenza che mi porta a pormi e porre delle domande: perchè appare d’incanto una persona (nell’articolo si parla di “privato”), ed una sola, che offre per giunta ben oltre quanto richiesto ? Quale concorrenza avrebbe dovuto temere, dopo la prima asta deserta ? E poi proprio in un periodo in cui rarissimi investono nel settore immobiliare e, caso mai, sfruttando i prezzi di un mercato in recessione? Che la Comunità Casatese sia stata doppiamente fortunata, trovando più che un acquirente, un benefattore ?

Mah …. la diffidenza è proprio una brutta malattia.

Comunque, anche un malato merita delle risposte.

Alfio Sala

 

Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il gennaio 10, 2014 da in Casatenovo.

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 51 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 215,872 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: