Gruppo Valle Nava

riscopriamo il nostro territorio

#Anno nuovo, vecchi problemi – 12 gennaio 2014




Qualcuno tra i lettori “ più assidui” di queste paginette, che raccontano i fatti della Nava con l’intento evidente di far riflettere su quanto di buono e meno buono possa capitare negli ultimi lembi di Brianza ancora risparmiati dal cemento, si ricorderà di questa immagine.

_DSC8314%20b[3]

***vedi nota
Emblematica, perchè spesso quando si pensa all’abbattimento di alberi con diametri superiori al corpo di una persona, la mente corre alle foreste tropicali. Invece era stata scattata alla Nava.

Ora un’altra stagione autunno-invernale e un nuovo anno, ripropongono le medesime problematiche.

_DSC3391[4]
Sarà anche una pura coincidenza, ma in questi ultimissimi anni, da quando si è iniziato a parlare di tutela regolamentata della Nava, con l’entrata nel PLIS dei Colli Briantei, i tagli di appezzamenti hanno registrato un’impennata preoccupante. Ripeto, sarà un caso, ma sembra la corsa all’arraffare prima che ….. Ma prima di cosa? E tutto viene lasciato fare, ovviamente, trincerandosi in un rimbalzo di competenze fra enti locali.
Mi si passi la “minuscola”, ma questi “enti”, troppo spesso diventano piccini, quando invece dovrebbero prendere delle decisioni per il futuro del bene comune. Le due amministrazioni, casatese e missagliese, giurano ( e, in verità, alcuni passi sono già stati fatti ) che la protezione della Valle è uno dei punti di forza dei loro programmi elettorali e di governo del territorio. Ma poi nella realtà nulla viene fatto per impedire, o almeno limitare, il depauperamento di questo ambiente. Cosa arriverà in dote al PLIS o, per quanto compete a Missaglia, magari al Parco di Montevecchia? Questo ammasso intricato e spinoso, così come appare un’area “tagliata” un paio di anni fa?

_DSC3400[3]
Il PLIS ( o il Parco ), e tutti noi, ci meritiamo il vero bosco, come si trova ancora in qualche tratto della Nava..

_DSC3413[3]
…e col bosco, ci ritroveremmo tutte le creature che lo abitano e che solo ora stiamo riscoprendo. Ma nel frattempo, lo sparviere che aveva nidificato per tre anni di seguito, al secondo taglio se ne è andato. Come biasimarlo? Voi dove posizionereste il nido, in un ambiente come lo si vede ora nell’immagine seguente?
Certo, chi taglia agisce in piena legalità, rispettando col minimo sforzo le regole vigenti. Regole, tutt’altro che restrittive, che prevedono la “salvaguardia” di una decina di piante (matricine) ogni migliaio di metri.

_DSC3405[3]
Questo è il risultato: si lasciano in piedi delle spelacchiate robinie, mentre carpini e ciliegi selvatici vanno a finire nei camini (basta vedere le prime immagini).
E’ questa l’eredità di amministrazioni previdenti, che avrebbero quanto meno potuto imporre un diametro massimo per il taglio e la gamma delle specie arboree da lasciare, VISTA LA FUTURA DESTINAZIONE DEL TERRITORIO?
I genitori che lasciano in dote la casa ai figli, permettono che l’incuria o le intemperie la riducano ad una rudere? Un dubbio: ma queste amministrazioni, cosa “amministrano”?

Sala Alfio

GRUPPO VALLE NAVA

*** per ovvi motivi, il volto della persona a sinistra, risulta “oscurato”

Informazioni su Gruppo Valle Nava

Associazione casatese per la difesa del territorio, la sua valorizzazione e la diffusione di una coscienza ecologica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il gennaio 13, 2014 da in Appunti dalla Valle della Nava, Casatenovo con tag , , , , , , .

IN PRIMO PIANO!

Lascia la tua e-mail per ricevere i nostri aggiornamenti!

Segui assieme ad altri 50 follower

SEGUICI SU FACEBOOK!

STATISTICHE DEL SITO

  • 214,587 visite

ORTO SOCIALE DI CASATENOVO!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: